< Torna alla home
Stampa l'articoloStampa l'articoloInvia via mailInvia via mail

 

L’esperienza di un grande marchio con la solidità del gruppo AkzoNobel

AkzoNobel nel mondo

Multinazionale olandese con sede ad Amsterdam, AkzoNobel è leader mondiale nel settore delle vernici e della chimica. La dimensione globale del Gruppo nei 5 continenti, è garantita dalla presenza diretta in 80 paesi in cui operano un totale di circa 50 mila dipendenti.
Quotata alla Borsa di Amsterdam, AkzoNobel figura fra le migliori 500 aziende Global Fortune.
In oltre 200 anni di storia, AkzoNobel ha costruito un solido gruppo industriale, attraverso un percorso di acquisizioni culminato nel 2008 con l’integrazione dell’inglese ICI Paints, che ha determinato un ampliamento della gamma di prodotti e una crescita delle quote di mercato di riferimento, portando il Gruppo verso una posizione di leadership globale.

AkzoNobel in Italia – Decorative Paints Unit, oltre 50 anni di storia nel settore delle vernici

AkzoNobel è presente in Italia dal 1958 ed opera nel mercato dei prodotti e dei sistemi vernicianti per l’edilizia attraverso la divisione Decorative Paints (Deco), il cui centro di produzione e distribuzione si trova a Castelletto Ticino (NO), sul Lago Maggiore.

Con una produzione annua media di circa 15 milioni di litri (+ 7% rispetto al 2012), suddivisi tra mercato italiano e altri paesi europei dove il Gruppo è presente, AkzoNobel è tra i maggiori produttori del settore delle vernici in Italia ed offre un’ampia gamma di prodotti per interno, esterno, decorazione e protezione sia per il mercato professionale che per il “fai da te”, comprendenti linee di pitture, vernici, smalti e prodotti pre-trattamento delle superfici.
I prodotti AkzoNobel sono garanzia di efficienza e qualità. Proteggono le costruzioni e le infrastrutture di tutto il mondo, decorano le case e gli uffici, e forniscono alle industrie i materiali essenziali per la realizzazione di grandi progetti.  Con AkzoNobel il colore è ovunque, nel rispetto dell’ambiente circostante e in linea con i più stringenti parametri internazionali in materia di emissioni di Composti Organici Volatili (COV).

La sostenibilità per Sikkens e l’impegno di AkzoNobel.

EcoSure AkzoNobel crede fortemente nei principi della sostenibilità che si traducono in azioni concrete verso i clienti, i dipendenti e i collaboratori, e verso il territorio di appartenenza. Fin dal 1958 Sikkens ha puntato all’eccellenza, nel rispetto dell’ambiente e della salute delle persone, traducendo concretamente valori condivisi con il gruppo AkzoNobel che coinvolgono l’organizzazione e i processi produttivi, a tutti i livelli. Azioni che vanno dalla produzione di prodotti vernicianti a basso impatto ambientale (in linea con i più stringenti parametri internazionali in materia di Composti Organici Volatili) alla riduzione di rifiuti, all’utilizzo di fonti energetiche alternative per il ciclo produttivo degli stabilimenti, fino all’adozione di politiche in materia di sicurezza per i dipendenti e fornitori presenti in tutte le sedi di produzione. Attenta alle problematiche del decoro urbano, Sikkens risponde efficacemente alle esigenze di studio e di ricerca di tutti coloro che si adoperano per il recupero e la valorizzazione di zone periferiche abbandonate o in stato di evidente degrado, attraverso lo studio dei Piani del Colore.

Un impegno e una passione che ha permesso ad AkzoNobel di raggiungere i primi posti nel Dow Jones Sustainability Index (l’indice per la responsabilità sociale di impresa) come società ‘best performer’ del settore della chimica, e di migliorare sensibilmente l’offerta di prodotti a basso impatto ambientale come la gamma di prodotti Ecosure di Sikkens.

Dal 2014 AkzoNobel è socio ordinario dell’associazione Green Building Council Italia, che promuove il sistema di certificazione indipendente LEED®, un segnale importante dell’impegno nell’offrire strumenti di lavoro, prodotti e servizi di consulenza tecnica sempre più efficaci e innovativi.

Sikkens, con AkzoNobel, pone particolare attenzione all’uso del colore in un’ottica di recupero e di progettazione sostenibile delle nostre città, per renderle dei luoghi sempre più vivibili, aperti alla socialità, connessi con l’ambiente circostante ed espressione della cultura dei suoi cittadini. In questa direzione si è mossa la multinazionale olandese, lanciando nel 2014 alla Biennale di Venezia il manifesto Human Cities – città a misura d’uomo, per affrontare in maniera sostenibile lo sviluppo metropolitano, l’accesso e l’utilizzo delle sue risorse, e raccontare l’esperienza di luoghi sempre più multiculturali e sociali.

Responsabilità Sociale di Impresa: Let’s Colour - Aggiungere colore nella vita delle persone

Let's colourRecenti studi dimostrano che le persone si sentono più sicure e a proprio agio quando vivono, o lavorano, in ambienti ben curati, armoniosi e colorati.

L’utilizzo delle vernici e del colore, diventano pertanto elementi essenziali nella realizzazione di ambienti piacevoli adatti alle attività quotidiane.

AkzoNobel  con Sikkens persegue l’obiettivo di contribuire al miglioramento della vita, o meglio, degli spazi e dei contesti urbani nei quali le persone vivono e lavorano attraverso la promozione di progetti di restauro del colore di edifici e centri storici, Piani del Colore, iniziative di carattere sociale verso il territorio, le comunità, gruppi, associazioni ed enti locali.

Con Sikkens, l’eccellenza del colore per il patrimonio artistico e culturale italiano

Sensibile alle problematiche culturali e artistiche dell’Italia, AkzoNobel - attraverso il marchio Sikkens - è protagonista da oltre 30 anni di importanti progetti per la rivalutazione, il recupero e la salvaguardia del patrimonio artistico italiano.

I Piani di Colore di numerosi centri storici del paese sono divenuti nel tempo una pietra angolare per il restauro degli edifici e garanzia per il rispetto della tradizione cromatica di palazzi e monumenti storici presenti su tutto il territorio italiano.

Tra i principali Piani ricordiamo in ordine temporale, il Piano del Colore di Bergamo che verrà presentato definitivamente nel 2014 a conclusione del precedente piano di Bergamo Alta del 2012, quest’ultimo realizzato con il patrocinio della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano. Rieti (2012), Portofino (2006), lo studio per il Centro Storico di Firenze (2008) - Quartiere di San Lorenzo - e fra gli altri, i Piani del Colore di Torino, di Trieste, di Caserta e di Roma, Municipio II (2008).

Alcune referenze di prestigiosi progetti di restauro:

  • Teatro alla Scala di Milano (1999 e 2004);
  • Castello di Valentino di Torino, facciate esterne;
  • Portico di San Luca a Bologna;
  • Foyer del Teatro Petruzzelli di Bari;
  • Museo MACRO di Roma, a firma dell’architetto Odile Decq (2010);
  • Museo del Risorgimento di Milano (2011), restauro del cortile interno e del porticato;
  • Teatro Carignano di Torino, facciate esterne (2011).

In ambito museale, Sikkens ha recentemente contribuito alla realizzazione degli interni del nuovo polo “Gallerie d’Italia – P.zza Scala” di Milano di Intesa Sanpaolo, dedicati alla esposizione di opere dell’800 lombardo e del ‘900, allestimenti a cura dell’architetto Michele De Lucchi (2011 e 2012).

Di particolare rilievo anche lo studio del colore dell’Architetto Federico Lardera per il nuovo allestimento degli spazi museali di GNAM, Galleria nazionale d’arte moderna a Roma (2011).

Tra le esperienze di stile più contemporaneo, AkzoNobel ha partecipato ad importanti progetti come la Chiesa Dives in Misericordia di Richard Meier di Roma, il Palazzo Vela di Gae Aulenti a Torino (2005) e il Vulcano Buono di Nola di Renzo Piano (2008).

LINKS UTILI:

www.sikkens.it
www.sikkensdecor.it
www.paintlab.eu
www.akzonobel.com

Seguici su: